Controllore di Busitalia accoltellato sulla tratta Siano-Salerno

Controllore di Busitalia accoltellato sulla tratta Siano-Salerno, la denuncia dell’Ugl Autoferrotranvieri provinciale

Un nuovo e preoccupante episodio di violenza ai danni di un controllore si è verificato questa mattina sulla tratta Siano-Salerno, a bordo del bus della linea 9 di Busitalia. Durante il suo turno di servizio, il controllore è stato brutalmente accoltellato da un giovane viaggiatore. Al momento, l’operatore si trova ricoverato presso l’ospedale di Cava de’ Tirreni, dove ha ricevuto le cure mediche per lievi tagli alla mano e graffi sul retro del collo. Le sue condizioni sono sotto controllo e si sta riprendendo, tuttavia, è comprensibilmente provato e impaurito a causa di questo grave attacco.

“Questa ennesima aggressione ad un controllore del settore dei trasporti richiama l’attenzione su un problema diffuso che mette a rischio la sicurezza e il benessere dei lavoratori e dei passeggeri. È imperativo agire immediatamente per porre fine a questa ondata di violenza inaccettabile”, ha detto Gabriele Giorgianni, segretario generale dell’Ugl Autoferrotranvieri di Salerno.

“Le forze dell’ordine svolgono un ruolo fondamentale nella salvaguardia della sicurezza pubblica e chiediamo un supporto più efficace e costante da parte loro. È necessaria una presenza attiva di agenti di polizia o di sicurezza a bordo dei mezzi pubblici, in particolare nelle tratte e negli orari più critici, al fine di prevenire e contrastare gli atti di violenza contro i controllori. Inoltre, come sindacato, sollecitiamo un incremento dei controlli a terra. È indispensabile effettuare selezioni più rigorose durante l’accesso ai mezzi pubblici, allo scopo di impedire l’ingresso a bordo di individui poco raccomandabili e potenzialmente pericolosi. Questi controlli devono essere svolti con attenzione e rispetto dei diritti dei cittadini, ma anche con l’obiettivo di garantire un ambiente sicuro per tutti gli utenti del trasporto pubblico”.

Il settore, secondo la Ugl Autoferrotranvieri, non può più tollerare che i suoi lavoratori siano esposti a rischi così elevati. “I controllori sono professionisti che svolgono un servizio essenziale per la comunità e meritano di essere tutelati. Chiediamo alle istituzioni competenti di prendere seriamente in considerazione questa problematica e di adottare misure concrete per garantire la sicurezza dei lavoratori nel settore dei trasporti. Come sindacato, esprimiamo solidarietà all’operatore coinvolto in questo spiacevole episodio e auguriamo una pronta guarigione. Siamo al fianco dei nostri dipendenti, dei loro familiari e di tutti coloro che quotidianamente operano nel settore dei trasporti, impegnandoci a promuovere un ambiente di lavoro sicuro e protetto. Sarà nostra priorità continuare a monitorare attentamente la situazione e collaborare attivamente con le autorità competenti e le associazioni del settore per trovare soluzioni concrete e durature”.

Approfondimenti

Pagani, non si fermano all’alt dei carabinieri: arrestato 18enne

Pagani, non si ferma all'alt dei carabinieri Nella mattinata del 9 marzo scorso, a Pagani, Carabinieri della locale Tenenza hanno arrestato, in flagranza di reato, M.G...

Dramma a Sarno: morto giovane studente

Morto studente di Sarno: ancora sconosciute le cause Tragedia a Sarno, morto un ragazzo di 14 anni, studente di un istituto superiore sarnese. Si tratta...
spot_imgspot_img

RECENTI

Pagani, non si fermano all’alt dei carabinieri: arrestato 18enne

Pagani, non si ferma all'alt dei carabinieri Nella mattinata del...

Napoli. Troppa attesa, distruggono il pronto soccorso

Ad oggi sono 22 le aggressioni registrate tra gli...

Fondi per la Madonna delle Galline, Lucia Vuolo: “Basta attacchi, è la nostra storia”

“Queste immagini sono storia" Dopo la lettera inviata dal sindaco...

Dramma a Sarno: morto giovane studente

Morto studente di Sarno: ancora sconosciute le cause Tragedia a...