Salerno.Peste suina: “Abbattere 38mila cinghiali”

38 mila cinghiali da abbattere per contenere la peste suina nei comuni del salernitano

Abbattere nella sola Campania 38mila cinghiali per contenere la diffusione della peste suina che, nel Salernitano, ha provocato la dichiarazione di “zona rossa” in 17 Comuni: Buonabitacolo, Casalbuono, Casaletto Spartano, Castelle in Pittari, Monte San Giacomo, Morigerati, Padula, Piaggine, Rofrano, Sala Consilina, Sassano, Teggiano, Torraca, Tortorella e Valle dell’Angelo, Sanza e Montesano sulla Marcellana.

È questo uno dei provvedimenti contenuti nel “Piano Straordinario di catture, abbattimento e smaltimento dei cinghiali e Azioni Strategiche per l’Elaborazione dei Piani di Eradicazione della Peste Suina Africana”, preparato dal Commissario Straordinario Vincenzo Caputo e pubblicato sul portale del ministero della Salute.

piano di interventi prevede le seguenti azioni:

  • Abbattimento di cinghiali: l’abbattimento dei cinghiali è la principale misura per contenere la diffusione della peste suina africana. Gli abbattimenti saranno effettuati da squadre di cacciatori specializzati, con l’ausilio di mezzi aerei e di droni.
  • Protezione degli allevamenti di suini: le recinzioni saranno utilizzate per proteggere gli allevamenti di suini da eventuali ingressi di cinghiali.
  • Disinfezione dei veicoli: i veicoli che entrano ed escono dalle “zone rosse” saranno disinfettati per ridurre il rischio di diffusione del virus.
  • Sensibilizzazione della popolazione: la popolazione sarà sensibilizzata sui rischi della peste suina africana e sulle misure da adottare per prevenirne la diffusione.

I dati della diffusione della peste suina africana

In Italia, la peste suina africana è stata rilevata per la prima volta nel 2022, in un allevamento di suini in Piemonte. Da allora, la malattia si è diffusa in altre regioni, tra cui la Campania.

In provincia di Salerno, la peste suina africana è stata rilevata per la prima volta nel giugno 2023, in un cinghiale trovato morto nel Comune di Buonabitacolo. Da allora, la malattia è stata rilevata in altri 16 Comuni della provincia di Salerno.

L’abbattimento dei cinghiali è una misura necessaria per contenere la diffusione della peste suina africana. Tuttavia, è importante anche adottare altre misure per prevenire la diffusione della malattia, come la protezione degli allevamenti di suini e la sensibilizzazione della popolazione.

Approfondimenti

Pagani, De Prisco: “La festa della Madonna delle Galline non è una sagra”

Il Sindaco di Pagani fa chiarezza sui fondi per la Festa della Madonna delle Galline ll presidente del Consiglio Giorgia Meloni attacca il governatore Vincenzo...

Operata per protesi alla gamba, muore 62enne

La Procura di Salerno ha aperto un’inchiesta per fare luce sulla morte di una donna di 62 anni Operata al Campolongo Hospital di Eboli, per...
spot_imgspot_img

RECENTI

Pagani, non si fermano all’alt dei carabinieri: arrestato 18enne

Pagani, non si ferma all'alt dei carabinieri Nella mattinata del...

Napoli. Troppa attesa, distruggono il pronto soccorso

Ad oggi sono 22 le aggressioni registrate tra gli...

Fondi per la Madonna delle Galline, Lucia Vuolo: “Basta attacchi, è la nostra storia”

“Queste immagini sono storia" Dopo la lettera inviata dal sindaco...

Dramma a Sarno: morto giovane studente

Morto studente di Sarno: ancora sconosciute le cause Tragedia a...